Archivi tag: SoundCloud

[News] Pioneer Dj estende a 90 giorni il periodo di prova dell’ App DJM-REC

Parliamo della app per la registrazione di mix DJ di alta qualità, DJM-REC, che consente di registrare efficacemente e archiviare poi facilmente i mix attraverso l’iPhone o l’iPad.

DJM-REC normalmente offre un periodo di prova di 30 giorni ma, in virtù del momento che stiamo attraversando, e per favorire la creatività degli artisti, Pioneer Dj ha deciso di estendere a 90 giorni.

DJM-REC si collega facilmente ai mixer della serie DJM dotati di funzione send/return* con un unico cavo USB. DJM-REC è in grado di controllare il limitatore di picco nel mixer DJ pr ridurre al minimo il clipping e la distorsione, anziché doverlo fare manualmente nel dispositivo di registrazione.

L’ App consente di eseguire lo streaming in diretta del mix attraverso YouTube, Facebook Live, Periscope, Instagram e Snapchat e caricare facilmente il tutto su servizi cloud come Mixcloud, SoundCloud e Dropbox.

Vengono create automaticamente registrazioni temporali (time-stamp) dei brani modificabili, grazie alle informazioni del fader trasmesse dal mixer DJM all’app, semplificando così la creazione di elenchi dei brani.

I suoni registrati nell’iPhone o nell’iPad possono anche essere istradati ai mixer della serie DJM con la funzione send/return digitale.

L’ App consente la registrazione analogica anche senza che il dispositivo sia collegato a un mixer, utilizzando un microfono esterno con la funzione microfono dell’iPhone o dell’iPad.

[News] Apple, Spotify e altre società di streaming accusate di “cartello” sui prezzi.

Una società di licenze musicali accusa Apple, Spotify, Google, SoundCloud e altri servizi di streaming di far parte di una “cospirazione” finalizzata a mantenere i prezzi della musica in streaming a livelli anticoncorrenziali.

Pro Music Rights (PMR) ha presentato la denuncia lunedì al tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto del Connecticut. PMR in precedenza aveva intentato una causa contro Apple a dicembre per presunto streaming di musica protetta da copyright senza le necessarie autorizzazioni.

Il reclamo posto in essere da PMR accusa le compagnie di streaming di violare diverse leggi. Questi includono lo Sherman Act, il Connecticut Antitrust Act e il Connecticut Unfair Trade Practices Act. Sostiene che le aziende stanno lavorando insieme per “soffocare tutte le vestigia della concorrenza legittima dal lato degli acquisti del mercato”.

PMR è stata fondata da Jake P. Noch, un imprenditore di 20 anni. Secondo PMR, essa controlla una quota di mercato del 7,4% del mercato dei diritti di esibizione pubblica negli Stati Uniti. La PMR concede in licenza un paio di milioni di tracce. Questi includono brani di artisti come A $ AP Rocky, Wiz Khalifa, Pharrell, Gucci Mane e altri.

La nuova denuncia di PMR afferma che, nonostante i suoi “notevoli sforzi e investimenti per accumulare opere musicali”, le società accusate hanno “concluso un accordo, una combinazione e / o una cospirazione illegali per escludere PMR dal mercato e fissare i prezzi” a livelli ingiusti. PMR afferma inoltre che “nessuna stazione televisiva, stazione radio o servizio di streaming musicale ha stipulato una licenza per eseguire le opere musicali nel repertorio di PMR”.


PMR sta richiedendo un processo con giuria per risolvere il problema. Resta da vedere se questo si rivela essere un niente di fatto o ha il potenziale, per la maggior parte significativo, di esplodere in un problema di fissazione dei prezzi in stile iBook. Arriva in un momento in cui la discussione su possibili violazioni dell’antitrust è al suo apice.

[News] SoundCloud: Artisti Ora Possono Lanciare Autonomamente I Propri Brani Su Spotify, Apple Music, Amazon e Altri

SoundCloud ha messo in atto già da qualche tempo una strategia che ha il suo focus sugli artisti. In tale ottica l’amministratore delegato Kerry Trainor ha presentato una nuova opzione per gli utenti dei piani a pagamento che abbiano anche determonati requisiti. Questo strumento permette ai creatori di distribuire la propria musica direttamente da SoundCloud su tutti i principali servizi di streaming come Spotify, Apple Music, Amazon Music e Instagram.

Lo strumento è accessibile agli artisti con abbonamenti SoundCloud Pro e Pro Unlimited e riconoscerà all’artista il 100% dei guadagni derivati da tali piattaforme. SoundCloud non applicherà quindi trattenute percentuali e tantomeno addebiterà costi di distribuzione.

Requisiti

La fase Open Beta è riservata agli abbonati SoundCloud Pro e Pro Unlimited. che abbiano compiuto almeno 18 anni e posseggano tutti i diritti sulla musica originale. Non devono inoltre avere ricevuto ammonizioni sul copyright e devono aver raggiunto almeno 1.000 riproduzioni nell’ultimo mese nei Paesi in cui sono attivi abbonamenti e pubblicità per l’ascolto di SoundCloud (Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Australia, Francia, Germania, Irlanda, Paesi Bassi, Nuova Zelanda). Gli utenti idonei visualizzeranno un pulsante di distribuzione in una sezione dedicata dove si potrà scegliere tra un elenco di canali di distribuzione e pianificare la pubblicazione.

Spotify ha lanciato una funzione simile lo scorso settembre, riservata esclusivamente al proprio servizio.  Consente a determinati artisti indipendenti di bypassare i distributori e caricare la propria musica direttamente sulla piattaforma di streaming attraverso il proprio account Spotify For Artists.

I servizi di streaming saranno competitors delle etichette?

Alcuni hanno sollevato la questione circa il fatto che i servizi di streaming stiano invadendo il tradizionale territorio delle etichette discografiche. Kenny Trainor, amministratore delegato della piattaforma, ha insistito sul fatto che SoundCloud non ha alcuna intenzione di operare come un’ etichetta discografica, considerandola piuttosto come un partner.

Continuando sul tema Trainor aggiunge: “Non investiamo nei contenuti come farebbe un’etichetta o un editore. Non è il punto in cui ci dirigiamo. Sinceramente, siamo molto felici quando i creatori vengono scoperti dalle etichette e vengono supportati dalle etichette stesse dopo aver guadagnato engagement su SoundCloud”.

Nel frattempo SoundCloud ha superato 200 milioni di brani caricati nel mese di Febbraio contando 20 milioni di creators sulla piattaforma.