Archivi tag: iOs

[News] Logic Pro X: debuttano i Live Loops presenti in Garageband iOS?

Apple MacBook Pro e schermata di Logic Pro X che mostra Live Loops di Garageband

Una versione apparentemente inedita di Logic Pro X è apparsa sul sito educativo di Apple, come notato da un utente Reddit.

L’immagine dalla pagina dei prodotti didattici di Apple mostra un MacBook Pro da 16 pollici con Logic Pro X, ma con un’interfaccia familiare che è estremamente simile alle sessioni Live Loops di GarageBand su iOS. Poiché Logic Pro X attualmente non contiene questa funzione, è possibile che Apple stia pianificando un aggiornamento con sessioni di Live Loop in stile GarageBand.

Al momento, l’unico modo per utilizzare i loop live in Logic Pro X, sebbene con una funzionalità sostanzialmente inferiore, è condividere un progetto di loop live da GarageBand per iOS. Live Loops è stato aggiunto a GarageBand per iOS nel gennaio 2016, come nuova funzionalità per creare musica toccando celle e colonne in una griglia per attivare diversi strumenti e campioni in loop. Live Loops include una libreria di modelli di loop progettati da Apple in più generi, tra cui EDM, Hip Hop, Dubstep e Rock, oppure é possibile crearne uno proprio. Da allora, Apple ha introdotto pacchetti audio scaricabili per espandere la libreria di suoni di loop live.

Logic Pro X è stato aggiornato l’ultima volta tre mesi fa con la versione 10.4.8, che includeva correzioni di bug minori. Apple tende ad aggiornare Logic Pro X ogni tre mesi, il che conferisce ulteriore credibilità alla probabilità di un aggiornamento imminente.

All’inizio di questa settimana, Apple ha iniziato a offrire prove gratuite di 90 giorni di Logic Pro X e Final Cut Pro X

[Tutorial] Musica in mobilità: Dispositivi iOS per farla

iPad Tastiera Musicale e Macbook Pro

Oggi la tecnologia musicale ha raggiunto un punto tale che, indipendentemente dallo stile di musica che facciamo,sono disponibili strumenti che possiamo portare con noi in viaggio,abbinare al nostro dispositivo iOS e continuare a creare in movimento. Gli artisti possono disporre di un numero crescente di tastiere che offrono in gran parte le stesse funzionalità di apparecchiature da studio più affermate, dai drum pad alle manopole e ai fader assegnabili, garantendo che la registrazione su piccola scala non sembri un compromesso.

È interessante notare che molti controller MIDI USB ora offrono la compatibilità iOS come standard in modo da poter utilizzare la stessa attrezzatura che si utilizza nel proprio studio di casa con il proprio iPhone o iPad. I controller da 25 tasti più piccoli sono spesso abbastanza portatili da poter essere messi in uno zaino e portati ovunque.

Ottenere audio di alta qualità su iPhone o iPad era, fino a poco tempo fa, un problema. Ora, ci sono molte interfacce audio compatibili con iOS prodotte dai più grandi nomi della tecnologia di registrazione. Sebbene però la registrazione su telefono o tablet sia di qualità indiscutibile, non sostituirà mai gli studi audio multitraccia completi. Per quanto potenti, i dispositivi portatili non sono semplicemente costruiti con la potenza di elaborazione richiesta per gestire contemporaneamente più tracce di audio ad alta definizione. Fatta questa doverosa precisazione, resta il fatto che rappresentano uno straordinario modo per delineare le nostre idee musicali e sono un ottimo strumento per integrare uno studio più grande.

Per molti YouTuber e video maker, gli smartphone Apple sono i dispositivi di riferimento per sessioni di riprese rapide e questo ha fatto sì che la gamma di microfoni disponibili per gli utenti iOS abbia rappresentato l’area di crescita più interessante nel mercato audio mobile. I microfoni suonano benissimo, le tastiere funzionano perfettamente e le interfacce audio non sono tanto diverse da quelle che potremmo usare in uno studio tradizionale.

IK Multimedia iRig i/o

IK Multimedia è stato uno dei marchi più attivi nel regno delle periferiche musicali per iPad e iPhone e la sua gamma iRig ora abbraccia una vasta gamma di interfacce e controller per soddisfare una moltitudine di esigenze. L’I / O iRig Pro è un solido accessorio iOS, che offre un ingresso audio adatto sia a strumenti che a microfoni (con alimentazione phantom disponibile) nonché a ingressi e uscite MIDI per l’invio e la ricezione di messaggi di controllo.

C’è anche una porta per le cuffie, il che significa che possiamo monitorare gli input anche su iPhone più recenti che non dispongono di un proprio output. L’I / O iRig Pro include anche un generoso pacchetto di software desktop e iOS, inclusi numerosi effetti e strumenti per la gamma di plug-in e app di IK. Tutto questo ad un prezzo di circa 150€

Ik Multimedia iRig Interfaccia audio con Ipad

Altro prodotto degno di nota dalla stessa azienda è iRig Keys I / O che combina una tastiera controller MIDI (è disponibile anche una versione più piccola da 49 tasti) e un’interfaccia audio in un’unica unità. È progettato per essere il più compatto possibile senza compromettere la sua utilizzabilità. È costruito pensando a iOS ma funziona anche molto bene con i sistemi desktop.

IK iRig Keys I / O 25 dispone anche di un impressionante pacchetto di software desktop fornito gratuitamente. Ciò include effetti T-RackS, SampleTank 3, Syntronik Pro-V e altro. Prezzo, 199€.

Focusrite iTrack One Pre

Interessante la soluzione di Focusrite iTrack One Pre. La sua combinazione jack / ingresso XLR è ideale per chitarra / basso o microfono e fornirà anche alimentazione phantom per l’uso con microfoni a condensatore. Una grande manopola di guadagno centrale consente agli utenti di regolare il livello di input e utilizza anche un leggero alone per indicare il livello di clipping.

Il principale svantaggio è la mancanza di uscita per le cuffie. Questo non è un problema per gli utenti di iPad e iPhone meno recenti, che hanno le proprie uscite cuffie dedicate sul dispositivo. Significa, tuttavia, che se utilizzato con un iPhone più recente non c’è modo di monitorare direttamente l’input. Prezzo, 150€.

Korg plugKEY

Nella fascia di prezzo sotto i 100€ troviamo la compatta interfaccia MIDI e audio di Korg, la plugKEY. Si tratta di un dispositivo incredibilmente utile per chiunque usi regolarmente sintetizzatori e strumenti iOS. Con un ingresso MIDI e prese jack stereo, trasforma effettivamente quelle app di synth digitale in strumenti compatibili con lo studio, permettendo di collegarle facilmente come faremmo con qualsiasi altro hardware MIDI.

Presenta anche un’uscita cuffie separata e un ingresso micro USB, che consente agli utenti di caricare il proprio dispositivo iOS contemporaneamente a un’uscita audio, cosa che di solito non è possibile con iPhone privi di porte per cuffie. Il prezzo della plugKEY si aggira intorno ai 70€.

Roland Go Mixer Pro

Da Roland abbiamo invece disponibilità della Go Mixer Pro che si attesta sui 125€. Questa interfaccia offre un totale di 9 ingressi, inclusi jack da ¼ ” per chitarre e sorgenti audio Line e un XLR per microfoni. E’ abbastanza leggera, uno strumento ideale per catturare sessioni di prove improvvisate o registrare performance soliste.

Apogee One

Apogee ha in listino da tempo al Apogee One, un’interfaccia piccola e leggera, grande circa come una mano e realizzata con componenti di alta qualità derivati direttamente dai prodotti professionali da studio Apogee. Ci sono due ingressi tramite cavo breakout, uno microfonico XLR ed uno jack da 1/4″, inoltre è possibile registrare anche direttamente attraverso il microfono a condensatore omnidirezionale integrato nell’interfaccia. Il suo prezzo si aggira intorno ai 320€

[News] Amazon rilascia la propria App dedicata agli Artisti

Dopo Spotify ed Apple Music, anche Amazon Music rilascia una piattaforma di analisi per musicisti chiamata Amazon Music for Artists. Altri servizi di streaming musicale, come Spotify e Apple Music, hanno messo a disposizione strumenti simili già da un po ‘al fine di fornire agli artisti spunti e statistiche sui fan e sulle loro abitudini di ascolto. Ma c’è una grande aggiunta qui: i dati vocali, che sono sempre più importanti nella nostra vita quotidiana e un fattore trainante per la scoperta della musica.

Statistiche Amazon Music for Artists

Amazon Music for Artists è disponibile sia come app per iOS e Android, ma anche come sito Web di accompagnamento sul sito all’indirizzo artist.amazonmusic.com. L’app offre informazioni dettagliate, come le statistiche di ascolto totali di una canzone o la possibilità di osservarne le performance nelle ultime 24 ore. Nel contempo, il sito Web fornisce informazioni più dettagliate su come utilizzare l’app, interpretare i dati, suggerimenti per una migliore scoperta da parte dei fan e altro ancora.

Le risorse sull’app sono simili a quelle offerte su altre piattaforme. Gli artisti possono vedere dove sono di base i fan con approfondimenti sulla posizione, dati di streaming in tempo reale, vedere quali fan interagiscono maggiormente con loro e tenere traccia delle playlist e delle stazioni di Amazon Music su cui viene visualizzata la loro musica.

I dati disponibili partono dal 2018 e si aggiornano sull’app ogni due ore.

Amazon Alexa Echo

La differenza più importante rispetto alle piattaforme concorrenti? Amazon fornisce approfondimenti su come un artista sta facendo tendenza su Alexa. L’app non solo mostra il numero totale di richieste vocali di un artista, ma mostra anche i dettagli sui vari modi in cui le persone richiedono i brani, ad esempio per artista, album, brano o testo.

I dati dei comandi vocali introducono nuovi modi in cui gli artisti possono approfondirei dati e le strategie di promozione rivolte al proprio pubblico. L’anno scorso alla conferenza Music Biz di Nashville, il direttore di Amazon Music ha dichiarato durante un panel che “Alexa, play …” è il secondo comando più popolare per il dispositivo dietro “Alexa, imposta un timer”. Ci sono anche altri modi in cui gli artisti possono utilizzare Alexa a proprio vantaggio, come sottolineato dal sito Web Amazon Music for Artists. I fan possono impostare una canzone da suonare come sveglia mattutina o chiedere ad Alexa di seguire un artista su Amazon Music per ricevere notifiche sulla nuova musica non appena viene rilasciata.

App Amazon Music for Artists

L’app è ora disponibile per il download per iOS e Android, ma l’adesione non è istantanea. CD Baby ha stretto una partnership con Amazon Music per il lancio dell’app, quindi gli artisti distribuiti tramite CD Baby verranno esaminati rapidamente se fanno richiesta di un profilo artista. Amazon Music afferma che altri distributori verranno aggiunti molto presto.

[News] Minimoog Model D per iPhone e iPad Gratis

Nel tentativo di diffondere “positività, creatività ed espressività” in questi tempi difficili, Moog Music ha annunciato di aver deciso di offrire gratuitamente la sua app Minimoog Model D per iOS. Un’emulazione ufficiale del sintetizzatore più famoso di tutti i tempi, funziona sia su iPhone che su iPad e di solito costa € 14,99.

 https://youtu.be/CiC9jP4djzg

Scrivendo su Facebook, Moog afferma che spera che l’app possa offrire: “Un momento per rallentare, apprezzare la nostra forza innata e sperimentare il potere edificante del suono. Un’occasione per condividere il modo in cui ascoltiamo il mondo che ci circonda … ”

In grado di funzionare come plug-in AUv3 in un host adatto, l’app Model D offre una prospettiva autentica del suono, delle caratteristiche e dell’aspetto diel Minimoog e sembra proprio lo strumento reale. L’annuncio di Moog segue la decisione di Korg di regalare la sua app di sintetizzatore di frasi dinamiche iKaossilator per iOS e Android.

Non è chiaro per quanto tempo l’app Minimoog Model D sarà gratuita, quindi se vi interessa,  e se non la possedete già, il nostro consiglio è di scaricarla ora dall’ App Store.

[News] SVEP: Modulatore Stereo Gratuito per iOS, Mac e Windows

Oggi segnaliamo SVEP, una interessante app gratuita, disponibile sia su piattaforma iOS che Mac OS e Windows. Si tratta di un effetto di modulazione adatto a qualsiasi tipologia di suono, i cui parametri sono facilmente modificabili da un’unica schermata principale la cui interfaccia grafica risulta estremamente pulita e reattiva. Questo approccio incoraggia la creatività dell’utilizzatore, dai phaser della vecchia scuola acori sottili o persino totale stravolgimento del segnale audio originale.

Lo sviluppatore ha confezionato un numero particolarmente esiguo di preset all’interno di SVEP, ma probabilmente l’utente troverà così divertente scolpire il proprio suono ai limiti dell’assurdo da non farci nemmeno caso.

Su Mac e Windows è possibile accedere e utilizzare le medesime funzionalità disponibili su iOS come applicazione stand alone, sotto forma di plug-in AU (Audio Unit) o VST. Su iOS l’app si connette a GarageBand e, grazie ad un utilizzo piuttosto contenuto delle risorse di CPU, sarà possibile aprre istanze multiple di SVEP all’interno del medesimo progetto, senza dover temere di veder comparire il temuto messaggio di sistema che annuncia la necessità di ottimizzare le risorse e le prestazioni.

L’interfaccia di SVEP richiede un pò di tempo per essere addomesticata ma, una volta acquisita la necessaria disinvoltura, sarà abbastanza semplice produrre suoni esclusivi e realisticamente utilizzabili nelle nostre produzioni.

Se siamo alla ricerca di un aggiornamento o di una valida alternativa alla modulazione integrata offerta da GarageBand, gli effetti offerti da SVEP potrebbero fare al caso.

L’app ed il plug-in sono disponibili gratuitamente su App Store iOS e sul Sito dello Sviluppatore