Archivi tag: AUTORE

[News] SIAE Adotterà la Blockchain su 5G per Tracciare il Copyright

Il progetto si ripromette di realizzare un sistema che sfrutti le nuove tecnologie per rendere più efficiente la gestione del copyright sulle reti di nuova generazione, come il 5G, che sta progressivamente prendendo piede in Italia.

Per prima cosa si costruirà un registro decentralizzato degli aventi diritto basato su tecnologie Blockchain, che consentirà l’identificazione univoca dei titolari dei diritti d’autore. Tale strumento è propedeutico per la futura implementazione di una gestione automatica e diretta dei flussi finanziari tra gli utilizzatori e gli aventi diritto. Il tutto sarà realizzabile grazie all’utilizzo di transazioni regolate da protocolli informatici sviluppati su reti 5G.

L’obiettivo è quello di garantire una migliore monetizzazione dei diritti attraverso una gestione più capillare dei contenuti online, così da valorizzare al meglio i prodotti dell’industria creativa. Il progetto, secondo quanto spiegato nella Scheda Illustrativa, sarebbe inoltre replicabile a livello internazionale e “permetterà lo sviluppo dell’industria creativa (radicata su tutto il territorio nazionale) grazie ad una più efficace monetizzazione della creatività dei piccoli artisti e creatori“.

Ricordiamo che SIAE è reduce da un lungo periodo in cui è stata bersaglio si innumerevoli critiche, accusata da sempre di essere lenta nel percepire i cambiamenti di un mondo sempre più tecnologico.

In tal senso, la concorrente Soundreef ha indubbiamente avuto un ruolo positivo di stimolo e di spinta all’innovazione per l’ex monopolista, un pò come lo è stata ILIAD nel mercato della telefonia mobile. Prendiamo quindi come buon auspicio un percorso di aggiustamento partito con l’introduzione di importanti novità quali il deposito online delle opere, la firma elettronica, il borderò online e via discorrendo.

[Tutorial] SIAE, Etichette, Produzioni questi sconosciuti

Con questo breve articolo ci proponiamo di dare alcune sommarie risposte ad alcune domande che ci vengono ciclicamente proposte dai nostri lettori meno esperti e che riguardano il rapporto tra SIAE, Etichette Discografiche, Artisti e le relative Produzioni Musicali.

Vorremmo immediatamente chiarire un punto. Associarsi alla SIAE non è obbligatorio e, in ogni caso, non è l’unica organizzazione in grado di tutelare gli interessi degli artisti. Tuttavia, avvalersi di una società che operi in questo campo diventa indispensabile nel momento in cui si intende interagire con etichette discografiche e/o produttori. L’artista può scegliere liberamente di associarsi a realtà analoghe alla SIAE e collocate fuori dal nostro paese, come la PRS inglese, la Sacem francese, la Buma olandese o la Ascap americana.

Una forma di tutela dell’opera “Fai da Te” si può attuare trascrivendo i propri brani su pentagramma, registrandoli su cd e spedendo il tutto a se stessi in busta sigillata con ceralacca a mezzo raccomandata. La data apposta dal ufficio postale costituisce prova in caso di plagio del brano.

Ad ogni modo volendo giocare in casa, per depositare un brano alla SIAE occorre compilare il mod.112 il quale presenta 4 righe pentagrammate in cui vanno riportare le prime 8 battute del tema principale o del ritornello. Per un brano pop, ad esempio, andrà trascritta la partitura completa dello strumento che caratterizza il brano. Per completezza è possibile allegare un cd contenente il brano e in alcuni casi questa procedura diventa addirittura indispensabile. E’ il caso dei brani caratterizzati da suoni o rumori che non sono trascrivibili sul pentagramma.

Ricordiamo che l’utilizzo di un campione all’interno di un brano è sempre e comunque illegale qualora non si abbia una specifica autorizzazione. Quest’ultima coinvolge più soggetti, ossia l’autore del brano da cui si estrae il campione, l’editore ed infine l’etichetta discografica che detiene i diritti del master. Da un punto di vista pratico possiamo dire che l’utilizzo di un campione in assenza di autorizzazione può considerarsi legale allorché la durata dello stesso sia tale da renderlo irriconoscibile.

Se il brano che intendiamo depositare è una cover (ossia un rifacimento) di un brano esistente non è invece necessaria alcuna autorizzazione e sarà sufficiente compilare il modello indicando i relativi autori/compositori originari.


Per quanto concerne la ripartizione dei proventi che vengono corrisposti dalla SIAE sui brani depositati essa dipende dal ciò che viene indicato nel modello 112. Se i compositori sono 3 ed hanno identica quota di ripartizione, essa sarà espressa in percentuale per ciò che riguarda la riproduzione meccanica (stampa di cd, vinili, mp3 ecc..) e in ventiquattresimi per  la pubblica esecuzione (concerti e pubblica diffusione a mezzo apparecchi radio e telericeventi).

Un esempio di brano strumentale:

Pubblica Esecuzione

  • Compositore 1: 8/24
  • Compositore 2: 8/24
  • Compositore 3: 8/24

Riproduzione Meccanica

  • Compositore 1: 33,3%
  • Compositore 2: 33,3%
  • Compositore 3: 33,3%

I tre compositori, che devono essere iscritti tutti ad una organizzazione tipo SIAE, riceveranno parti uguali derivanti dai proventi generati dal brano, sia per quanto concerne la riproduzione meccanica che per la pubblica esecuzione. Le royalties sono le percentuali corrisposte agli artisti sulla vendita di ciascun supporto, sia esso cd, vinile o mp3/wav etc.

Se si stipula un contratto che coinvolge i 3 compositori, basterà indicarli genericamente col termine Artista, specificando che con esso partecipano alla ripartizione in parti uguali tutti e 3 i soggetti.

Potete scaricare il facsmile completo del mod 112 direttamente da qui