Archivi categoria: Reviews

Magma Laptop Stand 2.0: Recensione

Magma ha aggiornato il suo Laptop Stand alla versione 2.0 aggiungendo la funzionalità chiave che mancava al precedente modello, ossia la possibilità di impostare l’inclinazione del piano di appoggio.
Laptop 2.0 è un supporto leggero e potatile, nato per rispondere all’annosa domanda “dove metto il mio notebook mentre mixo?” Il supporto consente al DJ di posizionare agevolmente il proprio notebook, CD player, controller MIDI o EFX machine all’interno della consolle che lo ospita. Allo stesso modo può essere utlizzato per razionalizzare lo spazio nelle proprie configurazioni casalinghe. Il supporto di Magma viene fornito  completo di attacchi e prolunghe in modo tale da consentire il posizionamento delle  apparecchiature nel modo più consono e personalizzato.

Il Laptop Stand 2.0 può essere configurato in 3 modalità:

  • Attacco al flight case
  • Attacco al piano della consolle
  • Stand alone

Il supporto può essere regolato in 4 altezze sfruttando anche le prolunghe in dotazione e può essere esteso in larghezza per ospitare comodamente i portatili da 17 pollici.

Remuovendo i due supporti inferiori e sostituendoli con i morsettini in dotazione il Magma Laptop Stand 2.0  potrà essere fissato a quasiasi superficie fino a circa 5.5 cm di spessore. I morsetti possono essere ancorati in due differenti angolazioni, permettendo così il issaggio sia su superfici piane, sia sul lato veticale di una DJ coffin (la cosiddetta” bara”). Quando non viene utilizzato il Laptop 2.0 può essere ripiegato agevolmente e riposto nella custodia fornita in dotazione.

Dobbiamo dire che rispetto ad altri stands, come il Litalb (anche rimarchiato sotto il brand di Stanton) il prezzo da pagare è deicsamente il peso. Se questo aspetto giochi a favore o sfavire è una valutazione molto personale. Il litlab non permette tutte le regolazioni del supporto di Magma e a seconda dei punti di vista un minor peso può essere visto come sinonimo di minore stabilità e robustezza.
Lasciamo pertanto ai nostri lettori la valutazione ed i confronti del caso limtandoci a fornire i dati concreti: 2,3 kg contro 1 kg (all’interno delle rispettive custodie)

Per quanto concerne la dotazione ci preme evidenziare che Magma mette a disposizione come accessorio opzionale sia ulteriori prolunghe aggiuntive, sia il vassoio che, ancorato alla struttura conseti posizionare, ad esempio, l’interfacia audio degli eventuali Traktor Scratch pro, Torq o Serato.

Ultima considerazione sul prezzo. Questo supporto si trova intorno ai 70 euro, mentre Litlab/Stanton vende il proprio intorno ai 100 euro.

[xrr rating=4/5]

LoopMasters Afro Latin Samples: Recensione

Loopmasters é un’ azienda specializzata nella commercializzazione di librerie di loops destinati ai producers. Il catalogo é davvero vastissimo e capace di coprire numerosi generi e sub-generi musicali. Dal Hip Hop alla Elettronica, dalla Soulful House ai suoni Tribali e moltissimi altri. Ci preme subito evidenziare che, almeno per quanto riguarda le libreire da noi testate finora, non siamo di fronte alla classica raccolta di campioni di bassa qualità che spesse volte ci è capitato di ascoltare. I loops sono di grande qualità e rispecchiano le tendenze del momento.

L’oggetto della nostra recensione di oggi sarà AFRO-LATIN Producer, una libreria di circa 1350 campioni capaci di offrire al producer un reale valore aggiunto rispetto ai loops di percussioni  tradizionalmente ospitati dai nostri hard disks.

Il CD propone tutti i tradizionali formati, ossia Rex Loops, NN-XT patches, WAV loops e  campioni “one-shot”. Inoltre troviamo un secondo CD di WAV samples per rendere più agevole la valutazione e la scelta del suono  che stiamo cercando, ferma restando la possibilità di utilizzare questo formato ove se ne abbia convenienza o necessità. La maggior parte dei suoni è in modalità stereo, alta qualità e sono meticolosamente organizzati ed etichettati per una facile fruizione e navigazione.All’interno si trovano una serie di loops di percussione che spaziano dall’ autentica Bossa Nova o Samba, fino alla Brazilian Techno o Drum & Bass. I loops sono talmente numerosi che la libreria è divisa in Drums e Percussion ed entrambi contengono delle sotto-cartelle organizzate in base alle BPM.

La vera chicca di questa libreria è però la quantità di sonorità live presenti sul CD. Sembra che Loopmasters abbia registrato questi loops riunendo chitarristi, tastieristi, bassisti di grande esperienza. Ci ha colpito molto la sezione Brass con i suoi loops di tromba e sax, capaci di offrire riff, trills e suoni singoli che rispecchiano realmente l’essenza delle sonorità cubane e sud americane.

Questa raccolta è, a nostro avviso, decisamente sfruttabile e consente di incorporare i loops in essa contenuti in tracce di vario tipo. Dalla Elettro-Lounge tipica delle compilations più blasonate fino al Drum & Bass, alla  Tribal House o, addirittura, Acid Jazz.

In conclusione:

Tutti coloro che sono alla ricerca di un pò di colore per le proprie produzioni ad indirizzo latineggiante, dovrebbero pensare a questa raccolta come ad una buona fonte di ispirazione. I prezzi della raccolta variano dai circa 36 euro della versione Download ai circa 48 euro della versione in CD.

Specifiche della Raccolta:

  • 1350 Copyright free Afro Latin samples
  • 900 Wav files
  • 460 Rex2 Samples
  • 30+ NNXT/Halion/Kontakt/EXS24 Patches.
[xrr rating=4/5]

Magma Switchbox Digital DJ: Recensione Completa

Oggi abbiamo il piacere di recensire un accessorio molto interessante, pur nella sua semplicità.

Partiamo con la sostanza. Magma Switchbox Digital DJ consente di collegare contemporaneamente due sistemi digitali come Traktor Scratch Pro, Torq o Serato a un mixer (anche un Battle-Mixer dotato di soli 2 Phono/Line ) ed integrarli con un tradizionale setup. Questo significa che sarà possibile commutare costantemente tra il segnale del giradischi (THRU) , del lettore cd  (THRU) e due setup digitali (A o B) con due soli ingressi Phono/Line del mixer. Il vantaggio principale dello Switchbox è che i due piatti (Phono) e i lettori cd (Line) non devono essere ricollegati al mixer. L’interfaccia del sistema digitale, sia esso Traktor Scratch Pro, Torq o Serato dovrà essere collegata al Switchbox mediante i tradizionali cavi RCA, operazione che potrà essere effettuata anche in presenza di segnali audio (phono o line) commutabili poi con il sistema digitale che è stato già installato sul mixer.

Il Magma Switchbox consente pertanto:

  • “Ping-Pong Style” nel quale 2 o più dj si avvicendano dopo ogni traccia.
  • Set Contemporaneo di 2 dj che realizzano la propria performance utilizzando i rispettivi laptop (anche con sistemi, controllers midi e softwares differenti).

Magma Switchbox Digital DJ é stato concepito per i dj che utilizzano sistemi digitali vinylcode/cdcode come Traktor Scratch Pro, Serato, Torq, Mixvibes, Deckadance, liberandoli dai tipici problemi di collegamento derivanti dall’utilizzo di differenti sistemi digitali. Ognuno di essi viene connesso al mixer, in modo indipendente, col proprio segnale (laptop A, laptop B, phono e CD), escludendo qualsiasi interferenza di ground loop quando più apparecchi con diversa impedenza elettrica vengono collegati contemporaneamente. I vantaggi di Switchbox sono apprezzabili anche quando si suona un normale vinile/cd perchè l’interfaccia non è parte della direzione del segnale e questo comporta inevitabilmente una riduzione delle interferenze.

In definitiva é possibile configurare i seguenti scenari contemporaneamente:

DJ 1) 2 Piatti suonano il tradizionale vinile (Mode1/THRU/Mixer impostato su Phono)
DJ 2) 2 Piatti controllano vinili timecode (Mode1/A/Mixer impostato su Line)
DJ 3) 2 Piatti controllano vinili timecode di altro sistema (Mode1/B/Mixer impostato su Line)
DJ 4) 2 Lettori CD suonano cd tradizionali (Mode1/ THRU/Mixer impostato su Line)
DJ 5) 2 Lettori CD controllano cd timecode (Mode2/A)/Mixer impostato su Line)
DJ 6) 2 Lettori CD controllano cd timecode di altro sistema (Mode2/B/Mixer impostato su Line)

L’unica cosa che devono fare è quella di connettere il cavo USB alle interfacce, ma la musica non si interromperà mai.

Il costo non proibitivo pari a circa 140 Euro rende questo oggetto un must allorchè vi sia avvicendamento di più dj e differenti modalità di gestione dei controlli all’interno della medesima consolle. Per ulteriori informazioni è possibile visitare questo link

[xrr rating=5/5]

Slappa Ballistix PTAC Matrix: Perfetta per il Digital DJ

 

Oggi vi proponiamo una breve recensione di un prodotto che, a nostro avviso, potrà soddisfare le esigenze ed il gusto, di tutti quei professionisti (ma non solo) che si sono indirizzati verso l’utilizzo del computer nei loro dj set. Con questa Ballistic PTCA Matrix Slappa, ormai ben nota per i suoi apprezzatissimi case porta CD, sembra strizzare l’occhio ai professionisti che si sono convertiti ai sistemi virtual vinyl/cd come Traktor Scratch, Torq, Serato SL etc…

La scelta dei materiali è, ancora una volta, a prova di critica. Il Nylon Ballistic 1680D con cui è stata realizzata questa pratica borsa in stile “postino” è ultra resistente e, che non guasta mai, a prova di pioggia. Numerosissime le tasche, alcune con chiusura a velcro, altre con la classica zip. Ce n’è veramente per tutti i gusti ed esigenze. Lasceremo spazio alle immagini che sono senz’altro più eloquenti delle nostre parole.

Piccola annotazione… la custodia per notebook non è inclusa nella confezione di vendita ma è disponibile a parte per la “modica” cifra di 35,99$

A questo punto desideriamo farvi percepire le proporzioni, visto che dalle fotografie del sito ufficiale ci era parso che questa bag fosse decisamente meno generosa nelle dimensioni e capienza. Ecco quindi un paio di immagini della Ballistix PTCA Matrix in cui abbiamo inserito il nostro sistema Traktor Scratch completo di scheda Audio 8 DJ, vinili Time Code e Cavi, oltre al nostro inseparabile Macbook Pro.

Conclusioni:

Ancora una volta Slappa ci propone un articolo all’altezza della qualità e funzionalità che hanno sempre contraddistinto il produttore. Anni di utilizzo sul campo dei prodotti Slappa ci hanno convinti della affidabilità di un marchio che sembra interpretare al meglio le esigenze e le aspettative di chi fa un uso intenso e professionale di questo tipo di gadgets. DJ MAG è fatto da DJ/PRODUCERS per i DJ/PRODUCERS (ed APPASSIONATI) e cercherà di essere sempre obiettivo nelle proprie valutazioni.

Il prezzo “in offerta” della Ballistix PTCA Matrix è di 134,99$

 

[xrr rating=4/5]

 

Freeverse Sound Studio 3: Editing Audio di Livello


Freeverse ha rilasciato un update del suo ottimo Sound Studio 3. Nella 3.5.7 sono state apportate le seguenti correzioni:

  • Fixed automator and applescript issues
  • Updated Monbot – Bookend Audio to correct an Apple Script error in OS X 10.5

Parlando in generale di Sound Studio 3 , a nostro avviso, si tratta di uno tra i migliori software di editing audio disponibili su piattaforma Mac OSX.
Questa considerazione tiene senz’altro conto delle caratteristiche messe a disposizione da Sound Studio, ma anche del prezzo a cui tutto questo viene offerto: pochi programmi possono vantare strumenti così potenti a buon mercato. Ma andiamo con ordine.

Con Sound Studio 3 è possibile registrare Podcast e conferire a questi ultimi un suono professionale con dialoghi audio perfetti. E’ possibile collegare microfoni esterni ed altro hardware per risultati ancora più professionali.

Sound Stduio si posiziona perfettamente tra programmi molto più costosi e decisamente più complicati (grazie anche alla localizzazione italiana), distinguendosi anche per stabilità e robustezza da concorrenti di rilievo dell’area Open Source. Sound Studio 3 è lo strumento per tutti coloro che hanno la necessità di registrare e di modificare audio. Ecco alcune possibili applicazioni:

. Podcasts
. Annotazioni vocali
. Performance teatrali, radiofoniche
. DJ

Le registrazioni su cassetta o su vinile potranno essere trattate, modificate e riportate a nuova vita, sarà possibile creare mix con crossfades, intervenendo sui livelli EQ, applicando effetti digitali e registrando il tutto in molti dei principali formati consentiti da Sound Studio 3.
Con le ultime release, rigorosamente Universal Binary, è possibile indirizzare distorsioni audio con l’uso dell’EQ grafico sui Mac Intel ed è stat aintrodotta la compatibilità con la codifica LAME MP3 UB di iTunes. Non manca l’importazione e il salvataggio di file audio a 24 bit.

Dalle Preferenze è possibile impostare hardware destinato all’input e output, definire le modalità di zomm e il set di colori col quale Sound Studio visualizzerà le finestre e la forma d’onda. E’ possibile importare AIFF, AIFF-C, Core Audio, AAC, MP3. Un volta caricata la traccia sarà possibile editarla a piacere utilizzando i numerosi tools messi a disposizione dal programma. Se il volume generale risultasse un pò basso, sarà possibile amplificarlo adeguatamente. Se volessimo modificare il pitch basterà inserire il valore desiderato e la nostra traccia modificherà la sua intonazione senza intaccare il tempo. La cosa più interessante però sono i marcatori e la facilità con la quale è possibile dividere un’unica traccia (ade esempio una sequenza mixata), in singole tracce grazie alla funzione “Dividi Secondo Marcatori”. Si posizionano i marcatori si sceglie questo tool, la cartella di destinazione e il gioco è fatto!

Non è il caso di descrivere le innumerevoli potenzialità offerte da Sound Studio 3 in termini di equalizzazione, delay, fading, normalizzazione. Basti sapere che se i tools interni non dovessero bastare sarà possibile intervenire con l’ampio panorama dei plugin VST con i quali Sound Studio è totalmente compatibile.

Unico appunto da muovere ad un software che consente tutte queste potenzialità a soli 79,99 dollari è la totale assenza di indicatori dei livelli di output: nessun V-Meter. Tolto questo Sound Studio 3 merita , a nostro giudizio, un voto complessivamente positivo perchè in grado di soddisfare la stragrande maggioranza delle esigenze di editing senza dover ricorrere ad investimenti consistenti su applicativi più blasonati.

 

 

[xrr rating=4/5]